Ossidabile


Ossidabile. L’unica condizione per fare fotografia.

Ossidabile… Esposto. Perturbabile. Permeabile.
Come altro dovrei essere?
Gli agenti ossidanti non mi piacciono proprio tutti.
Di certi ossidi ne farei volentieri a meno…
Ma tutti concorrono a definire il grado di ossidazione.
Che è fondamentale, perché è l’indice di una relazione con l’esterno.
E con l’estraneo.
Che può essere anche avverso. Ma inevitabile.
Le risposte e le precauzioni stanno nella permeabilità.
La permeabilità è tutto lo sguardo che restituisci.
Tautologico: la fotografia sta nell’esposizione.
Quindi se vuoi dire davvero qualcosa ossidati, esponiti.

In sintesi: gli impermeabili non servono a un cazzo.

Buon anno, l’auspicio è che sia sereno!
E buona ossidazione.

Magari un sorriso, anche così…

© Efrem Raimondi - All Rights Reserved

Randa 189 – Milano, semaforo. From the series INSTARANDA

© Efrem Raimondi. All rights reserved.

Condividi/Share

38 thoughts on “Ossidabile

  1. trovo perfettta la tua analogia . Non lascia scampo. È così . Che poi se ti ossidi, ti riveli. E L analogia potrebbe continuare …

  2. Ai semafori hai il tempo di fotografare? Ma la zingara non ha detto niente?

  3. Com’è dolce e libera questa fotografia… Davvero un bell’inizio! Buon Anno anche a te Efrem

  4. tu l’associ ad una reazione chimica, e forse dovrei farlo anch’io visto la mia cultura scientifica, ma di solito mi faccio prendere dal classicismo e la chiamo empatia, con il mondo, con se stessi, con le cose, con le persone, con la natura…con tutto quello che ci circonda e che ci chiede di parlare di ascoltare, di discutere, di penare, di gioire, di esultare o semplicemente di essere

  5. perché incompresi claudia? la condizione ossidabile non solo è positiva, ma l’unica realmente praticabile per chi intenda usare un linguaggio. almeno credo

  6. Buon anno Efrem!
    Che bello spunto che hai dato!
    Ossidazione…
    Lavorai tempo fa sul Vanadio, facemmo un video sulla bellezza delle sue ossidazioni, sulle ossidazioni del cuore, sull’impeanenza, sul nucleare, sulla guerra, ossidazioni sul l’anima…
    Ossidazione.
    Ossidarsi, lasciarsi ossidare, ossidazioni necessarie…
    Bello bello bello
    Grazie! Anche del sorriso!!!

  7. Sei ossigeno puro e quindi pericoloso. Sia le tue immagini che il modo in cui scrivi hanno un riscontro difficile da trovare. Poesia fotografica allo stato puro e parole all’altezza. Graditissima scoperta. Buon anno. Rachele

  8. GRAZIE DEGLI AUGURI EFREM BUON ANNO ANCHE A TE CHE TI SIA DI UN IMMENSA LUCE
    QUELLA STESSA LUCE CHE TRASMETTI A ME TRAMITE LE TUE IMMAGINI LE IMMAGINI DEL CUORE
    PER QUANTO RIGUARDA ME IO SONO NATO CON L’OSSIDO NELLE OSSA E OSSIDO TUTTO CIÒ CHE VEDO TOCCO CREO

  9. Tanti Auguri di Buon Anno anche a te, Efrem. Adoro le ossidazioni del Cor-ten e Milano ne è piena, se non ricordo male davanti alla Bicocca c’è una struttura splendida. Su altri generi di ossidazione concordo pienamente: è lì che si vede quel che davvero è e non quel che vorrebbe sembrare. Certi impermeabili, invece, mi fanno sorridere: come se il vuoto che coprono potesse davvero bagnarsi se esposto.Credo che Claudia si riferisse alla ragazza, nel suo commento. Confesso di non essere in grado di scattare foto così, sono troppo ossidata, troppo a disagio nel fotografare il disagio, per quanto dolce, anzi soprattutto per questo, di una ragazza a un semaforo.
    Che sia sereno per tutti, questo anno nuovo, nei cuori e nel mondo.

  10. Io sono ingenuo e forse non ho le basi per capire… Fredi/Ferdi…
    ma l’intervento di Efrem non era di lasciarsi ossidare?

  11. in bicocca ci sono intere facciate pre ossidate, vero Riyueren. ma appunto non è la stessa ossidazione. se non altro perché pre. invece questa qui zero pre.
    Claudia non so dire, magari ce lo dice lei… ma non credo si riferisse alla mia fanciulla.

    sai però che questa non la trovo una fotografia del disagio?

  12. Ossidabili…mi piace tanto !!! La mia condizione di incompresa non riguarda la ragazza, ma la difficoltà che recentemente ho incontrato durante uno scatto…semplicemente distesa su di un favoloso ed irresistibile pavimento di una chiesa!!! Si può parlare di ermetismo? Na no…di libertà ossidabile che nulla ha violato.

  13. Il pavimento in questione si trova dentro la matrice di Siena, nella stanza che accoglie i libri!!! Ditemi se non e’ meraviglioso…!!

  14. Pericoloso perché in rotta dì collisione con il gusto diffuso, abbastanza deludente e insipido. Non sto parlando di eccellenza Efrem: quella è pur sempre lo stesso brodo solamente più saporito, facile da capire e dispensare. Ma tu non sei questo.Non puoi farci niente perché così si nasce. Perciò un pericoloso e serio antagonista. Avrei piacere di parlarti. Ciao

  15. Incompresa ….relativamente alla libertà di scattare foto…..incompresa dai custodi e compagni di viaggio…ma va bene…..non ho la pretesa essere sempre capita. La foto? Mi e’ piaciuta ed è piaciuta!!!

  16. @Daniele: Fredi è il diminutivo di Federico e Ferdi non lo conosco: Efrem vede le mail e lo sa.
    Efrem può dire quello che vuole però mi sembra una descrizione un po’ idilliaca della realtà, buona per una fotografia: quando sei al semaforo o cammini per strada le zingare che incontro sono rompicoglioni, punto

  17. La realtà che Efrem racconta può riguardarci o meno.
    Nel mio caso la sento affine. Così come ad altri. Ma c’è chi no. È una realtà.

    nella mia poi Fredi (tu pensa come può essere particolare la realtà) mi risulta rompiballes non le diverse realtà o quelle non affini alla mia, ma la pochezza umana

    È una creatura particolare la realtà,

  18. Sì, sono ingenuo e anziano. Ci sono davvero tante persone che infastidiscono, non solo ai semafori.

  19. A V V I S O : prendo per buono che Fredi non è Ferdi – lo spero per Ferdi.
    e lo spero davvero per via del commento in risposta a Daniele… che ho censurato e ficcato negli spam. quindi ciao, non sarà leggibile.
    in questo spazio i modi hanno importanza. la divergenza è libera, i modi no.

  20. Ossidazione é una parola d’ordine per chi vuole vivere: un messaggio meravigliosamente vitale il tuo! Grazie Efrem e Buon Anno!

  21. Mi stupisco dei commenti di alcuni. Ne apprezzo altri. Hai suscitato un vespaio con questa ossidazione. Ebbene è un tuo pensiero; scritto peraltro anche molto bene. Ed un pensiero si sa è un processo che si esplica nella formazione delle idee, dei concetti, della coscienza e dell’immaginazione. Può essere sia conscio che inconscio. Poi bisogna interpretarlo. Alcuni ci sono riusciti altri hanno fatto della fuffa. Ma rimane il fatto che il sorriso della donna, anche se scattata ad un semaforo, sembra essere davanti a te. Tangibile. Perciò vero. La prima cosa che si ossida è la vita. Appena nato il tuo corpo va alla ricerca dell’ossidazione………..eterna. Ciao Efrem.

  22. no dai roberto, un vespaio è un’altra roba. è la giovane zingara, questa fotografia ad accelerare il processo di ossidazione. purtroppo non quello auspicato. ciao

  23. Buon Anno a tutti. Mi sono chiesto perché mi piaccia tanto fotografare sforzandomi di mostrare come vedo e ho scoperto che è per difendermi però voglio trasparire. È inevitabile mi ossiderò ma desidererei rallentare il processo ho paura degli agenti atmosferici chiamati uomo e non mi riferisco agli zingari o extracomunitari. Che bella la tua Fotografia Efrem, pensa quanti pensieri da’ un sorriso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *