AFIP International

AFIP: Associazione Fotografi Italiani Professionisti…
Artisti inclusi, così chiudo subito l’eventuale parentesi.
Perché produrre Fotografia ha, da sempre, diverse facce.
Tutte, ma proprio tutte, rivolte a un solo obiettivo: usarla per non essere usati.
Questo l’intento.

Per restituire qualcosa che prima del tuo intervento, non c’era.
Esponendosi allo sguardo di tutti.
Con coerenza, rigore e quella consapevolezza che solo la padronanza di un linguaggio è in grado di dare.
E la padronanza è inscindibile dalla conoscenza.
Chi sostiene il contrario o è ignorante o un demagogo.

Tutto ciò indipendentemente da fama e successo.
Che è un’altra partita. Non una conseguenza logica.

Ho una tessera ad honorem dell’AFIP, ricevuta nel 2015.
Non l’ho mai detto… questa è l’occasione: ne vado fiero.
Perché fuori dalle convenzioni bon ton, credo di meritarla.
Non la sventolo, ma ce l’ho.
E ha un peso. Etico.
Poi sei mesi fa mi è stato chiesto di entrare nel Direttivo AFIP.
Ci ho pensato… non ero sicuro di accettare.
Forse non ne avevo voglia pensando all’impegno.
In fondo – tessera docet – sono nato il 16 agosto: una fatica…
Ma appunto c’era questo rettangolo ad honorem…

Così ho detto sì.
E ho fatto benissimo.
AFIP INTERNATIONAL - Efrem Raimondi BlogAFIP INTERNATIONAL - Efrem Raimondi BlogNon lo sapevo… perché non c’è come toccare con mano: una gran mole di lavoro.

Tra lectio magistralis e incontri mirati, oltre un centinaio di appuntamenti…
Dal 2012 o giù di lì.
Aperti e gratuiti. Ma giuro che non avvengono come per magia
Manifestazioni come Archivi Aperti, con tanto di visite guidate ad archivi generalmente chiusi, non visibili al pubblico e che invece si rendono disponibili a chi davvero ne sente il bisogno, fosse anche solo emotivo: dall’Ottocento a oggi.
E anche questa non è una magia. Ma il frutto di un lavoro, di una rete di conoscenze fondate sulla stima e sulla voglia REALE di condividere un percorso iconografico che è patrimonio culturale.
Di immagini che magari fanno parte della nostra memoria ma boh, chissà dove stanno?
Qui stanno! All’indirizzo che è stato indicato da AFIP.

Si sta iniziando un serio lavoro sulle tematiche e le problematiche didattiche proprie della fotografia. Sull’analisi delle carenze, anche strutturali, per individuare percorsi che non siano ipotesi.
In collaborazione con altre realtà, incluse quelle scolastiche.
Ed è un lavoro tosto.
E delicato.

Si stanno vagliando un sacco di cose… tra cui l’apertura di nuove sedi AFIP sul territorio italiano.
Parlo a titolo personale, con l’ingenuità e l’entusiasmo del neofita… per cui spero di essere perdonato dai miei amici del direttivo.
E giusto per peggiorare la mia situazione, dico che tutto ciò ha bisogno del contributo di tutti coloro che REALMENTE credono che la Fotografia, bella maiuscola, sia un patrimonio collettivo.
Anche iscrivendosi. Che sarebbe una presa di posizione concreta.
Ed è facile, con due soluzioni diverse, queste:

AFIP INTERNATIONAL - Efrem Raimondi BlogDa qui poi si può girovagare per il sito e vedere l’effetto che fa…

Quello che mi ha mosso, così d’emblée, è stata la visione casuale di questa fotografia dei primi soci AFIP, 1960 – direttamente dal sito.
E non so neanch’io il perché. Ma a guardare queste facce…
Comprese quelle di Marirosa Toscani Ballo e di Alfredo Pratelli, proprio davanti a me ad ogni riunione…

AFIP INTERNATIONAL - Efrem Raimondi BlogLa memoria collettiva è un fatto personale.
E la fotografia ha una relazione stretta con la memoria.
Anche quando è un gesto.
Anche quando si assalta il cielo.

© Efrem Raimondi. All rights reserved.

U P D A T E    21 luglio
Ieri sera in Triennale – Milano – c’è stata la lectio magistralis di Italo Zannier.
Che più lectio di questa…
C’era un sacco di gente
. E tutti ne abbiamo goduto.
Ecco, a fine corsa avrei voluto fare due domande due a tutti i presenti.
Avrei voluto… ma non l’ho fatto.
E le domande restano sospese. Fino alla prossima iniziativa.
Un vero peccato per chi non c’era: un ottantacinquenne con la verve di un ragazzino.
E la conzapevolezza di un vero Maestro.

© Efrem Raimondi - All Rights Reserved© Efrem Raimondi. All rights reserved.

Condividi/Share

21 thoughts on “AFIP International

  1. È bello vederti accettare questa cosa. Sei a parere mio, la persona giusta. Soprattutto per il modo in cui ti porgi nei confronti della fotografia. Buona avventura Efrem

  2. Una occasione in più per venirti a trovare e festeggiare. In bocca al lupo, non “potevano” fare scelta migliore nel chiedertelo, non “potevi” non dare un tuo contributo. Adesso devi solo cambiare la foto della tessera e giù al lavoro . Un miliardo di abbracci .

  3. grazie Claudio! in realtà il contributo lo chiedo a tutti. proprio così sfacciatamente :)
    la fototessera… non ne avevo altre. un po’ foto segnaletica, ma tanto…
    un abbraccio

  4. Ero presente ieri sera alla lectio di Italo Zannier e mi ha entusiasmato. Non sono fotografa di professione ma le tue parole e il modo mi hanno convinta a iscrivermi. Grazie a te e grazie a AFIP

  5. La foto dei primi 13 soci è veramente molto bella, oggi garbatamente vintage, completi monocromi rigorosamente scuri (complice il b/n), tutti abbottonati, tutti impeccabilmente incravattati, mani composte e misurati sorrisi.
    Mi ha colpito che siano tutti di sesso maschile, omogenei anche in quello!

  6. le fanciulle c’erano vilma. ma probabilmente al momento impegnate altrove. non so.
    però se penso a marirosa toscani ballo…

    vero… garbatamente vintage. ma appunto è di un pudore, di una eleganza… e talmente lontana da qualsiasi rivendicazione figacciona.
    quasi un documento. che probabilmente era l’intento. lo chiederò a alfredo pratelli visto che è del gruppo

  7. Ma quindi anche se non sono un fotografo posso iscrivermi? Dentro tutti! Ma che senso ha?

  8. gentile James, chi no fotografo partecipa come sostenitore. e ha una quota annua diversa. rifletti solo sul fatto che chi partecipa agli eventi non sono necessariamente fotografi. mica è un obbligo. magari qualcuno che usufruisce ha anche la voglia di collaborare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *